Droghe ovunque, di tutti i tipi e per chiunque

RELAZIONE EUROPEA SULLA DROGA 2022

È stata presentata a Lisbona, il 14 giugno scorso, la “Relazione Europea sulla droga 2022: tendenze e sviluppi” da cui emerge una chiara intensificazione della produzione di droghe sintetiche ed un aumento vertiginoso del loro consumo, specialmente di cocaina.

«Le droghe tradizionali non sono mai state così accessibili» e «i confini tra sostanze lecite e illecite si confondono» facilmente ­– afferma il direttore dell’Osservatorio Europeo delle Droghe e delle Tossicodipendenze (EMCDDA) – tanto che il numero di nuove sostanze psicoattive (NPS) rilevate in Europa cresce al ritmo di 1 alla settimana (si pensi che nel 2021 sono stati registrati 6 nuovi oppiacei sintetici, 6 catinoni sintetici e 15 nuovi cannabinoidi sintetici con un contenuto medio di THC più che doppio rispetto a quello della cannabis in foglie e infiorescenze).

Anche la disponibilità degli stimolanti è oggi elevatissima: basti pensare che sono state sequestrate 213 tonnellate di cocaina e 21,2 tonnellate di amfetamine (a fronte, rispettivamente di 202 e 15,4 tonnellate dell’anno precedente)

I social media e le app di messaggistica istantanea sembrano essere diventati i “canali” preferiti di approvvigionamento in quanto percepiti come più sicuri, immediati e diretti.

Al contempo, però, si registra uno stallo generalizzato nella capacità di intervento dei Servizi per le Dipendenze che sono, attualmente, in profonda crisi.

___________________


>>> Per scaricare la Relazione completa clicca qui. Per vedere nel dettaglio i dati dell’EMCDDA clicca qui.